Siamo creativi pirata uniti sotto la stessa bandiera. Lavoriamo insieme da Milano, Venezia e New York per i brand di ogni parte del mondo. Siamo orgogliosi di presentarvi la ciurma di YOHOHO.

Luca Capece

Copywriter

La carriera di Capece cominciò con un titolo per un noto brand che in quel periodo pubblicizzava dei pannolini per maschietti. Scrisse: “L’unico modo per cambiare un uomo.”

Aveva poco più di vent’anni, allora, e questa altissima prova di sensibilità, di chiarezza e di autoironia, elevata al massimo grado nei confronti di tutto un genere sessuale, fu il suo trampolino di lancio professionale; ma soprattutto fu la rovina della sua reputazione. Gli costò un nomignolo che per mesi ridicolizzò la sua virilità, il suo chiodo di pelle e la sua cresta punk, e che solo per miracolo ora nessuno ricorda più.

Questo ribelle anarchico, che sin da bambino inventa storie cruente e s’innamora di personaggi a dir poco borderline, di giorno è un uomo d’affari educato e gentile al limite del surreale. Di giorno è uno scrittore dotato di una logica ferrea e di un aggettivazione esatta. Di giorno è insomma quello che tutti noi abbiamo unanimemente eletto capitano dei Copywriter di YOHOHO. Dico di giorno, perché chiunque lo incontri per la prima volta dopo le due di notte si pone la stessa domanda: perché diavolo quest’uomo non è una rockstar?

Experience: BBDO Milan, McCann Milan

Selected clients: Coca Cola, Freddy, My Art Guides, Philadelphia, Wall Street English, Ariston, Purina, La Cucina Italiana, M&M’s, Rolling Stone Magazine

Andrea Fagiolari

Creative Director

Conoscete qualcuno che nel 2017 sia il fiero possessore di un portacravatte? E qualcuno che disponga di un pennone su cui issare bandiere? E qualcuno che passeggi al seguito di un bastone con lama celata? Provate a mettere insieme questi tre improbabili personaggi e non avrete ancora capito chi è Andrea Fagiolari.

Perché a guardarlo così, vestito di tutto punto, completo e cappello, non ve lo immaginereste mai al Rock’n’Roll di Milano. A ballare, madido di sudore, dalla camicia ai mocassini. Pare che il Signor Fagiolari abbia un debole per la memorabilità, per le imprese. E non importa che queste siano intrinsecamente fallimentari. Anzi: lottare per rendere possibile ciò che si crede impossibile è per lui una medaglia al merito.

Qualcuno ha detto che Fagiolari è un verbo all’infinito: è stato poeta maledetto, prima di diventare il più giovane consigliere che il comune di Perugia ricordi; autore di un libro promosso come “un insulto alla gloria della letteratura”, prima di aver mandato in stampa un giornale satirico. Oggi, invece, è pubblicitario e insieme il direttore di una casa editrice. Ovviamente è stata sua l’idea di fondare YOHOHO. E il fatto che, nel frattempo, non si sia lanciato in altre imprese ci fa ben sperare.

Experience: BBDO Milan, DDB Milan, Apart Collective, Fagiolari Bottega Editrice

Selected clients: Ray-Ban, Netflix, MTV, Carrera, Lamborghini, Freddy, Rolling Stone Magazine, UBI Banca, FPM

Luca Fontana

Design Director

Sfogliando la lunga lista di loghi che ha disegnato, si potrebbe dire che Fontana abbia una predisposizione naturale per la sintesi; ma non è così. La sintesi, per lui, è un’ossessione, o meglio il bisogno spasmodico di mettere ordine alla sua vita e alla sua personalità. Che, al contrario delle sue opere, sono un vero casino.

Nato attaccabrighe nel più pacifico paesino della provincia Bellunese, diventa uno studente modello nella scuola di design più caotica di Milano. Volendo diventare art director, si afferma come grafico. Sognando la tranquillità della campagna, si trasferisce a Berlino. E proprio quando si decide per lavorare finalmente da solo, senza scocciatori, né presenze umane intorno, fonda YOHOHO.

Quel giorno, dopo avere elogiato certe innovazioni tecnologiche senza le quali, secondo lui, nessuno sarebbe stato più in grado di creare alcunché, prende una matita e abbozza velocemente due linee sulla carta stropicciata di una bolletta della luce. Due linee che formavano un cerchio intorno a una Y.

Experience: AKQA, DUDE, We Are Social, Soundcloud, BBDO Milan, Apart Collective

Selected clients: Luxottica, Wall Street English, Carrera, RTL 102.5, Soundcloud, Freddy, Rolling Stone Magazine, UBI Banca, Pramerica, FCA, Birra Vetra, RINA (Registro Italiano Navale)

Vittorio Perotti

Creative Director

La prima notte a Fes, in Marocco, Perotti entrò nel cortile di un riad per bere qualcosa. Il riad era deserto, e l’ultima lampada che illuminava il cortile si fulminò. In quel momento entrò un ragazzo che gli si sedette di fianco. Dopo 30 minuti i due si erano scambiati i numeri di telefono, promessi a vicenda ospitalità, augurati di non perdersi di vista.

Il fatto è che il Perotti è la testimonianza vivente del potere della serendipità. Quando partì per l’Erasmus con addosso la maglietta dei Ramones, non avrebbe mai immaginato di innamorarsi della pubblicità, del design e di lavorare come Art Director per le più grandi multinazionali dell’occidente. Quando si mise in testa di voler ridisegnare tutte le emoji del mondo in stile flat, non avrebbe mai immaginato di finire a New York e di firmare la copertina del New York Times.

Perché la possibilità di fare per caso inattese scoperte è quasi una certezza per Vittorio e, a volte, anche un incontro in Marocco può diventare un’opportunità di new business. A volte, perché quello del riad di Fes era uno spacciatore internazionale.

Experience: Apple Inc., Exposure, Rosie Lee NYC, Sagmeister & Walsh, Apart Collective, BBDO Milan and Rome

Selected clients: Nike, Apple, Adidas, Converse, Ray-Ban, New York Times, Netflix, Gatorade, Lamborghini, Mercedes-benz, Timex, Diageo, Freddy, Golden Lady, Dodo, Rai

Andrea Serrani

Head of Web Development

La carriera di Serrani è cominciata a 12 anni, l’età che aveva quando creò il suo primo sito web. Nessuno ha mai capito se la laurea in ingegneria informatica l’abbia conseguita prima o dopo quella data.

Da quel giorno, però, le notizie su di lui assumono tratti leggendari. Questo dipende dal fatto che, non riuscendo a comunicare col mondo, imparò le seguenti lingue: PHP, C++, Assembly, Java, VB, Ruby, HTML, CSS, Javascript, Objective C e Python. Nessuno sa con esattezza quante applicazioni IOS abbia creato, ma alcuni giurano che i siti web siano più di 300. A dire il vero, nessuno conosce con esattezza neppure la sua fisionomia.

Qualunque altro enfant prodige, al suo posto, si sarebbe trasferito a New York. Lui no: pare che viva da qualche parte a pochi chilometri da Venezia, e che comunichi con l’esterno solo tramite Skype (a telecamera spenta). Quando i ragazzi di YOHOHO gli hanno chiesto di unirsi alla ciurma, lui ha risposto dopo 12 ore: il tempo che gli è servito per creare questo sito.

Experience: Apart Collective, Auge HQ, Think Work Observe, Dallas, La Tigre, CCRZ, Juma, Tankboys

Selected clients: Retrosuperfuture, Biennale di Venezia, Generali Group, Ermenegildo Zegna, Istituto Svizzero, Krizia, Tacchini, Carlo Cracco, Bologna Fiere, SUN68, Regione Veneto